Quando e perché utilizzare un depuratore d’acqua domestico 

Un depuratore d’acqua domestico è un sistema molto utile che tutti noi dovremmo avere nelle nostre case. Grazie a questo genere di impianto, l’acqua che fuoriesce dai rubinetti viene filtrata eliminando sostanze quali metalli pesanti, nitrati, fosfati, sedimenti, cloro ed altre ancora. 

L’acqua potabile ad uso domestico deve, difatti, rispettare caratteristiche organolettiche ben precise per essere bevuta ed utilizzata in cucina nella preparazione di cibi e bevande. 

Vediamo, dunque, più da vicino che cos’è un depuratore d’acqua, quando serve e perché è bene installarlo. Nella seconda ed ultima parte ci soffermiamo, invece, su altri sistemi per migliorare la qualità dell’acqua domestica quali per esempio i filtri per l’acqua da rubinetto e gli addolcitori. 

Che cos’è il depuratore d’acqua?  

Il depuratore d’acqua è un apparato composto da più filtri per il trattamento dell’acqua in uscita dal rubinetto.
In commercio, vi sono diversi tipi di depuratori per l’acqua che differiscono tra di loro per alcune funzionalità pur condividendo uno stesso denominatore comune. L’acqua depurata è pura e priva di metalli e sostanze indesiderate. Tra le tante tipologie di depuratori, il più utilizzato è quello ad osmosi inversa. 

Il depuratore per l’acqua ad osmosi inversa separa i sali dall’acqua ed il suo funzionamento si fonda sulla presenza di una pompa ad alta pressione ed una membrana semipermiabile.
L’acqua passa attraverso la membrana in grado di trattenere sali, batteri e sostanze inquinanti. La membrana lascia, dunque, passare un flusso d’acqua meglio noto come permeato. Quest’ultimo rappresenta l’acqua depurata e completamente priva di sostanze indesiderate. 

Esistono, inoltre, depuratori d’acqua a microfiltrazione. In questi modelli, l’acqua passa attraverso filtri con diametro dei pori pari a 0,5 micron in grado di intrappolare i microrganismi. Un sistema di filtri a carboni attivi arricchiti con argento rende, invece, l’acqua gradevole al palato. 

In conclusione, i modelli ad osmosi inversa sono indicati in presenza di acqua molto dura.
I dispositivi a microfiltrazione sono, invece, la soluzione ottimale in caso di un’acqua già buona che necessita, però, di un trattamento supplementare volto all’eliminazione delle sostanze potenzialmente nocive. 

Perché installare un depuratore d’acqua domestico?  

I depuratori d’acqua per il rubinetto possiedono innumerevoli vantaggi. In breve, i principali. 

  • Impatto ambientale: i depuratori sono eco-friendly ed eco-sostenibili perché ci aiutano a rispettare l’ambiente e salvarlo dalla plastica. Acquistando un sistema di questo tipo, non sarà più necessario comprare bottiglie d’acqua in plastica. Questo aspetto, spesso sottovalutato, è molto importante data la natura della plastica, materiale altamente inquinante e difficilmente smaltibile.
  • Risparmio economico: l’Italia è uno dei Paesi europei con maggiore consumo d’acqua pro-capite e l’installazione di un depuratore può, dunque, favorire un importante risparmio economico. Per la precisione, una famiglia può arrivare a risparmiare anche 500 euro all’anno.
  • Comodità: i depuratori sono apparati di facile installazione, utilizzo e manutenzione. Gli ultimi modelli lanciati sul mercato non richiedono neppure lavori invasivi in cucina perché si integrano alla perfezione in ogni ambiente. Generalmente, si può scegliere tra un depuratore d’acqua sottolavello ed un depuratore acqua sopralavello. I modelli sottolavello sono certamente i più comodi ed un’ottima soluzione salvaspazio. L’apparato viene posizionato sotto il lavello della cucina e di solito funziona ad osmosi inversa. L’intero dispositivo può anche essere associato a bombole di CO2 per la gasatura dell’acqua depurata.
  • Purificazione: l’uso del depuratore permette di purificare l’acqua che viene usata in cucina per bere e cucinare. Questi apparati eliminano ogni traccia di infiltrazione tramite un processo ad osmosi inversa. L’acqua viene, per la precisione, spinta da una pompa verso una membrana semipermiabile e successivamente filtrata attraverso quest’ultima. Si creano così due flussi in uscita. Il primo, ricco di sostanze inquinanti, viene trattenuto e scartato, mentre il secondo costituisce l’acqua depurata da bere ed usare in cucina.
  • Pietanze e bevande più gustose: usare un depuratore d’acqua a casa ci aiuta a gustare alimenti e bevande dal sapore più intenso. Al palato, si riscontra immediatamente una maggiore leggerezza degli alimenti ed un gusto diverso perché l’acqua impiegata non è eccessivamente dura ed è priva di elementi in grado di appesantire i cibi. 

Depuratore d’acqua domestico o filtro acqua sul rubinetto: quale scegliere  

In molti si domandano se sia meglio acquistare un depuratore domestico o un filtro da posizionare direttamente sul rubinetto. Quest’ultimo è un dispositivo abbastanza comune che aiuta a liberare l’acqua dalle sostanze micro-inquinanti. In realtà, si tratta di sistemi a carboni attivi in grado di eliminare il cattivo odore dovuto al cloro ed i metalli pesanti. 

I filtri, sfortunatamente, devono essere sostituiti con una certa frequenza e questo sistema non sembra, dunque, essere ottimale in presenza di famiglie numerose dove vi è un elevato consumo di acqua da bere e per cucinare. 

Il ruolo degli addolcitori domestici  

Per avere a propria disposizione acqua veramente salutare, è bene associare i depuratori ad addolcitori domestici. Gli addolcitori agiscono su un aspetto differente perché aiutano a ridurre la durezza dell’acqua ovvero la quantità di calcare presente al suo interno.
L’addolcitore passa l’acqua in filtri contenenti resine in grado di trattenere al loro interno i sali di calcio e magnesio. 

I vantaggi correlati all’installazione di un addolcitore domestico sono veramente tanti. In primis, questo dispositivo aiuta a scongiurare le antiestetiche macchie di incrostazioni di calcare su rubinetti e lavandini. In secondo luogo, l’acqua è nettamente più leggera.
Ci sono poi altri vantaggi correlati, per esempio, a maggiore durata degli elettrodomestici, brillantezza dei sanitari, risparmio energetico e contenimento della spesa in detergenti. 

I modelli di addolcitori disponibili sul mercato sono veramente tanti e, prima di lanciarsi nell’acquisto, è fondamentale conoscere la durezza dell’acqua ed il consumo quotidiano della stessa. In questo modo, si può scegliere un sistema di filtrazione d’acqua in linea con le proprie esigenze. In linea del tutto generale, gli addolcitori ad uso domestico sono di tipo cabinato o a doppio corpo. L’addolcitore cabinato sembra essere la soluzione d’elezione perché garantisce alte prestazioni e bassi consumi. Un sistema di questo genere vanta, infine, dimensioni contenute e si adatta, dunque, facilmente a qualsiasi spazio.
L’addolcitore a doppio corpo è, invece, nettamente più ingombrante ed è indicato in caso di consumi d’acqua realmente molto sostenuti. Questo sistema può essere installato anche a monte di impianti condominiali in modo tale da servire più utenze. 
Conclusioni  

I depuratori per l’acqua, gli addolcitori domestici ed i filtri per il rubinetto sono sistemi volti alla purificazione dell’acqua da sostanze potenzialmente nocive e calcare. In commercio, vi sono diversi modelli disponibili ed ognuno deve valutare attentamente il dispositivo da acquistare sulla base delle proprie necessità. In fase di acquisto, i fattori da considerare sono certamente la qualità dell’acqua in termini di durezza e l’entità dei consumi. Per un nucleo familiare composto da poche persone, può essere sufficiente un filtro per l’acqua posizionato sul rubinetto, ma tale soluzione non sembra essere ottimale in presenza di famiglie numerose con elevati consumi d’acqua. 

Nel complesso, predetti sistemi vantano senza alcuna ombra di dubbio innumerevoli vantaggi perché ci permettono di risparmiare in termini economici e di salvaguardare l’ambiente limitando il consumo di plastica. I depuratori d’acqua possono, inoltre, essere associati ad ulteriori dispositivi per la gasatura e la refrigerazione dell’acqua in modo tale da avere sempre a propria disposizione acqua gasata e fresca.  

L’uso degli addolcitori ci permette, infine, di scongiurare le incrostazioni di calcare rendendo nello stesso tempo l’acqua assolutamente più leggera. Tutto ciò previene la formazione di tracce di calcare su rubinetti e all’interno dei lavandini, riduce la spesa quotidiana per l’acquisto di detergenti, contiene il rischio di rottura degli elettromestici e regala brillantezza ai sanitari.